Terroni. Tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero “meridionali”

Terroni. Tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero “meridionali”

Alcune pagine da Pino Aprile, Terroni, 2010. (Su segnalazione del nostro collaboratore Vito Zullo.) Io non sapevo che i piemontesi fecero al Sud quello che i nazisti fecero a Marzabotto. Ma tante volte, per anni. E cancellarono per sempre molti paesi, in operazioni “anti-terrorismo”, come i marines in Iraq. Non sapevo che, nelle rappresaglie, si concessero libertà di stupro sulle donne meridionali, come nei Balcani, durante il conflitto etnico; o come i marocchini delle truppe francesi, in Ciociaria, nell’invasione, da Sud, per redimere l’Italia dal fascismo (ogni volta che viene liberato, il Mezzogiorno ci rimette qualcosa). Ignoravo che, in nome dell’Unità nazionale, i fratelli d’Italia ebbero pure diritto di saccheggio […]

Speciale massoneria

Speciale massoneria

“E poi qualcuno cerca ancora ragione del motivo della disaffezione dei cittadini dalla politica, che puntualmente continua a passare sopra alle loro teste”. Di seguito una sequenza di stampa che illustra la penetrazione di un massone ternano nei vertici dell’UDC della provincia di Terni, in virtù di accordi presi direttamente con i vertici nazionali del partito, e il conseguente progressivo esodo dal partito di tanti iscritti, in un sostanziale svuotamento, per arrivare alla progressiva perdita di consensi in Provincia di Terni,  definitivamente sancita nel triste epilogo del sorpasso da parte della Lega Nord nelle elezioni amministrative regionali del 28 e 29 marzo 2010. A Terni nel 2008 erano attive cinque […]

TRA CARISMA E POPULISMO

TRA CARISMA E POPULISMO

Analizzando il passaggio dal capo carismatico, secondo Max Weber, al leader populista odierno, ci si può chiedere quale percorso abbia condotto il sistema politico italiano fino ad impregnarsi di una dose così forte di populismo; se si sia trattato di un’infiltrazione graduale e continua oppure di un’immissione massiccia e improvvisa, in coincidenza con il collasso del ceto politico, a seguito delle inchieste di Tangentopoli. Ma anche a quale livello si situi questa presunta invasione di elementi populisti nella politica italiana, cioè se si limiti a contaminare lo stile dei suoi attori di vertice o influenzi anche i valori coltivati dall’opinione pubblica. Interessante anche analizzare gli effetti immediati che sta provocando […]

Luigi Sturzo e il Personalismo

Luigi Sturzo e il Personalismo

  Il Personalismo italiano, storicamente, dal punto di vista della sua struttura è una ripresa e uno sviluppo del Personalismo francese ma si distingue per l’attenzione alla dimensione politica, in particolare modo a partire dal 1935 e fino al 1955 e per essere militante. Non a caso nel 1935 videro la luce le prime opere di Sturzo e Capogrossi e come detto, l’impegno politico è costante al punto che la politica è senza dubbio la dimensione centrale dell’attività filosofica. Il movimento italiano non ha solo l’ascendenza transalpina ma presenta dei tratti originali, per cui accanto alla comune eredità tomistica ci sono sia l’influenza di Antonio Rosmini, profondamente avvertita da Sturzo […]