Terni. Una richiesta di tutela del patrimonio storico, artistico e di archeologia industriale

Terni. Una richiesta di tutela del patrimonio storico, artistico e di archeologia industriale

Atto d’indirizzo per un impegno della prima circoscrizione a tutela del patrimonio di rilevanza storica, artistica e di archeologia industriale presente nel nostro territorio. Premesso: Che nel nostro territorio si trovano in stato di assoluto degrado palazzi, monumenti, chiese e  resti di opere industriali , quali la palazzina Alterocca, la fontana di Piazza Tacito, la torre medioevale di via della Biblioteca,  la chiesetta dalla Madonna del Rosario a Rocca San Zenone, la cappella di Villa Spadoni  e la diga sul Canale Nerino; Che tra circoscrizione e organismi come il FAI c’è stata già una fattiva collaborazione con la messa in evidenza e all’attenzione dell’opinione pubblica dei patrimoni artistici dei borghi […]

Un dirigente dei servizi finanziari: “di finanza derivata non sapevo nulla”

Un dirigente dei servizi finanziari: “di finanza derivata non sapevo nulla”

“Di finanza derivata non sapevo nulla“ Il 2 marzo sono apparsi sui quotidiani locali articoli che riportano gli addebiti da parte della Corte dei Conti per un danno arrecato alle casse del Comune di Terni, per oltre 2 milioni di Euro. Il danno sarebbe stato generato attraverso un superficiale ed incompetente ricorso ad operazioni di finanza derivata. La cifra totale andrebbe ripartita tra le due giunte Raffaelli e Di Girolamo, seppure l’ammontare imputabile alla attuale amministrazione, pari a 6500 Euro, sembra riconducibile alla estinzione del rapporto, che avrebbe comportato un risparmio di alcune centinaia di migliaia di euro. Fatto veramente eclatante è che oltre ai vari assessori delle diverse giunte un […]

UNITÀ D’ITALIA. LA STORIA NASCOSTA

UNITÀ D’ITALIA. LA STORIA NASCOSTA

  É sempre difficile raccontare una storia che non c’è o meglio dire che non c’è mai stata, anzi che è stata nascosta. Sarebbe interessante sapere come sarebbe l’Italia odierna, se non ci fosse stato il processo di unità che, oggi più che mai, grazie a pubblicazioni coraggiose, come “Terroni” di Pino Aprile, viene rivisto e corretto, almeno nelle motivazioni che lo hanno promosso.L’Italia unita nasce ufficialmente il 17 Gennaio del 1861 e questo la dice già lunga, nessun napoletano farebbe mai nascere qualcosa il giorno 17 perché sarebbe maledetta a priori…