Terni. Circoscrizioni. La riforma spacca il centro

Terni. Circoscrizioni. La riforma spacca il centro

Circoscrizioni. La riforma spacca il centro(Da: Il Giornale dell’Umbria, 01/12/2008)TERNI – La polemica sta nel mezzo. Terreno di scontro, la riforma delle circoscrizioni. L’UDC: “Abbiamo chiesto ed ottenuto una ripartizione territoriale che, per quanto possibile evitasse di frantumare il centro storico in tre cuspidi assurde come furbescamente il progetto a stella di Trivelli pretendeva di fare“. La Dc per l’Autonomia: “La modifica apportata nelle modalità di elezione del presidente delle circoscrizioni non può essere condivisa in quanto è tornare all’antico teatrino dei presidenti a tempo, in quanto l’elezione di essi avverrà in maniera indiretta, cioè da parte dei consiglieri e non più dai cittadini.” Non solo “modalità” elettiva, ma anche […]

La questione morale nel PD

La questione morale nel PD

Sulla questione morale nel PD (Vignetta da: www.attracco.it/fumetti%206/viaXattracco.jpg) (Vergogna a quelle pecore sciocche che, lanciando monetine a Craxi davanti all’hotel Raphael il 30 aprile 1993, contribuirono servilmente ad annientare la democrazia italiana. Nda) La questione morale ha travolto come un’ondata anche il PD, finalmente, verrebbe da dire, se fossimo degli squallidi qualunquisti assetati di sola vendetta. Ma da cittadini, prima di ogni altra categoria, non possiamo che essere preoccupati per l’esponenziale declino cui si è esposta la politica dopo la tristemente famosa operazione “mani pulite” degli anni ’90 del XX secolo.E allora credo sarebbe più utile, quand’anche non più maturo, individuare le cause che rendono fragile il sistema, eliminarle e […]

La regressione della politica italiana, il nuovo medioevo

La regressione della politica italiana, il nuovo medioevo

(Immagine da: https://www.buongiornoweb.com/filesdivertenti/satira_politica/_img_taroccate/altri/satira_politica_varia053.jpg) Il NeofederalismoQuesta è una delle proposte sicuramente meno originali. Successivamente alla dissoluzione dell’impero romano d’occidente, in breve si composero e scomposero anche i regni barbarici che sulle rovine dell’impero stesso si erano costituiti, da quella decomposizione sorse il sistema che fu definito feudale. La sua caratteristica fu la formazione di tante piccole sovranità locali, ora su base nobiliare, baronie, marchesati, contadi, ora comunale, che si frapponevano tra il capo dello stato e i singoli individui per l’esercizio conferito ai capi locali di una parte notevole dei poteri sovrani (G. Mosca 1949). I nuovi Guelfi e GhibelliniL’ideologia, a volte ritornano, del bipolarismo come strumento per meglio filtrare i […]

Terni – Convento di Colle dell’Oro, un monumento in rovina

Terni – Convento di Colle dell’Oro, un monumento in rovina

La sua edificazione sembra risalire alla prima metà del XV secolo (1434 secondo un breve del Papa Eugenio IV). Al 1441 è databile la richiesta dei frati Minori Osservanti alla municipalità ternana per ottenere un luogo dove erigere il cenobio. S. Bernardino da Siena vi soggiornò alcuni anni. Tre secoli dopo la sua costruzione vi dimorò il Beato Leopoldo da Gaiche, il cui corpo è oggi conservato presso l’eremo di Monteluco a Spoleto. Nei secoli il convento si sviluppò fino ad ospitare circa 80 frati, comprendeva un collegio per i novizi, uno per gli studenti ed una fabbrica per la lavorazione della lana. Nel 1870 il complesso passò nella proprietà […]

Terni – Il riutilizzo dell’area ex-Bosco a Maratta

Da “Il Messaggero” del 29/10/2008 Sul progetto del consorzio ternano di aziende di autotrasporti per la creazione di una piattaforma logistica presso il “Compendio Bosco“ non possiamo che essere tutti più che favorevoli, nonché fiduciosi che parte dell’area sia presto concessa e possano partire i lavori che la renderanno operativa in tempi rapidissimi. La riattivazione del binario che collega l’area con la rete ferroviaria nazionale permetterebbe di trasportare fuori dalle acciaierie prodotti che possono agevolmente raggiungere la piattaforma su gomma, decongestionando le grandi arterie nazionali. Oltre alle acciaierie altre aziende insediate nel polo chimico Montedison si potrebbero avvalere dei treni per il trasporto delle merci, usufruendo della ferrovia che raggiunge […]