Stanno distruggendo il servizio sanitario pubblico

Stanno distruggendo il servizio sanitario pubblico

(Danilo Stentella) Quando il tuo medico di famiglia ti prescrive delle analisi, vai a fare la prenotazione, scopri che il servizio sanitario regionale non eroga più quella prestazione e devi farla presso una struttura privata pagando cifre notevoli, oppure che non si fa più nella tua città, anche se è capoluogo di provincia e devi andare nel capoluogo di regione, legittimamente ti chiedi cosa sia diventato il servizio sanitario, e se si possa ancora definire servizio. Il declino è iniziato nel 2001 con la riforma del Titolo V della Costituzione, che ha sancito la fine del Servizio Sanitario Nazionale e affidato alla legislazione concorrente tra Stato e Regioni la tutela […]

Distruzione servizio sanitario pubblico

Distruzione servizio sanitario pubblico

Sempre-più-‘obbligati-a-rivolgersi-ai-privati.-La-sanità-pubblica-che-fine-ha-fatto_-_-umbriaON-1Download Stanno-distruggendo-il-sevizio-sanitario-pubblico-__-Umbria24.2Download Centro-studi-Malfatti_-_Stanno-distruggendo-il-servizio-sanitario-pubblico_-Vivo-UmbriaDownload TerniToday-21.3.2022Download UmbriaSud-21.3.2022Download

RICOMINCIAMO DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

RICOMINCIAMO DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Alcuni pagliacci giocando a fare i politici hanno smontato quel fiore all’occhiello che fu il Servizio Sanitario Nazionale, istituito con la legge n. 833 del 1978, la più grande conquista sociale del XX secolo, che aveva introdotto almeno tre principi necessari: la generalità del trattamento sanitario; la globalità delle prestazioni (prevenzione, cura e riabilitazione); l’uguaglianza di trattamento. LOpinione-delle-Libertà-8.2.2022Download

Rossi di vergogna. La sanitopoli umbra

Rossi di vergogna. La sanitopoli umbra

(Simona Montesi, © 2019) In una sua opera Jean Paul Sartre fa a sostenere ad uno dei personaggi che, chi svolge una attività politica , non può fare a meno di sporcarsi le mani. Anche nell’esercizio della attività medica entra in gioco la morale. Quando questi due settori si incrociano, si sovrappongono, interagiscono, si ottiene una amplificazione della questione morale. Ma la morale della politica è quella sociale, mentre la morale in medicina è individuale. I doveri verso gli altri e quelli verso se stessi (N. Bobbio, 1986).