La grande Umbria. Fogli sparsi in memoria di Manlio Farinacci

La grande Umbria. Fogli sparsi in memoria di Manlio Farinacci

Da un punto di vista storico, poiché la ricerca con reale metodo scientifico si basa sulle fonti non possiamo affermare con certezza quanto di vero ci sia nelle ipotesi del nostro Genius Loci, frutto di ricerche ma anche di intuizione e perché no, di un po’ di capacità onirica che ha regalato a chiunque abbia letto i suoi libri. A Farinacci va riconosciuto il merito indiscusso di aver portato all’evidenza di una città intera e non solo, le nostre più arcaiche origini contro la più ostinata diffidenza, dovuta spesso alla futile convenienza di accontentarsi delle verità preconfezionate. Dai Villanoviani ai Pelasgi è possibile leggere di tutto, con il paradosso che […]

Ciao Gisleno – Se ne va uno dei fondatori del nostro centro studi

Ciao Gisleno – Se ne va uno dei fondatori del nostro centro studi

(Danilo Stentella, 2018 ©) Lo scorso 17 febbraio ci ha lasciato, in punta di piedi, anche Gisleno Breccia, uno dei fondatori del nostro centro studi, uno dei più attivi e presenti nella vita di questo sodalizio. Aveva ricoperto cariche di vertice nella Democrazia Cristiana ed era stato per lunghi anni sindaco del Comune di Porano (TR), una macchia bianca in un territorio rosso. 

The Accounting System in the Public Sector

The Accounting System in the Public Sector

Abstract The introduction of Cost Accounting is in line with a process of administrative reforms related to the reform of the State Budget, whose need for transformation of the budget systems originated from a different setting of economic governance, of public finance and of the community commitments resulting from the Treaty of Maastricht. More specifically, the economic cost accounting for cost centers, introduced in Italy with the Legislative Decree 7 August 1997 n. 279, it is addressed to the detection, verification and monitoring of costs, performance and results of administration.

Ciao Tina. Se n’è andata la guerriera della riforma sanitaria e della Commissione d’inchiesta per la loggia massonica P2.

Ciao Tina. Se n’è andata la guerriera della riforma sanitaria e della Commissione d’inchiesta per la loggia massonica P2.

“… io credo che la qualità della politica sarebbe migliore se ci fossero più donne che la fanno …” Aveva vissuto negli anni più bui della dittatura fascista e in quelli più difficili della Repubblica italiana, non si fece mai influenzare dai poteri cosiddetti forti, quelli che non perseguono interessi collettivi.

RIMUOVERE IL SOPRINTENDENTE GIZZI. COME ABROGARE LA LEGGE GALASSO SU PRESSIONE DI UNA ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI PALAZZINARI.

RIMUOVERE IL SOPRINTENDENTE GIZZI. COME ABROGARE LA LEGGE GALASSO SU PRESSIONE DI UNA ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI PALAZZINARI.

E così l’uomo che a Recanati, insieme al Fai, a Italia nostra, al conte Vanni e ad alcuni discendenti di Leopardi, è riuscito a difendere un importante e simbolico tratto di paesaggio, quello del monte Tabor, più noto come il colle dell’Infinito, da una operazione di speculazione edilizia che ne avrebbe stravolto per sempre il tratto, dopo che altri geni della amministrazione della cosa pubblica nel 1998 avevano pensato di farci passare su addirittura un elettrodotto (proprio lì, con tutto un mondo a disposizione), quell’uomo, l’architetto Stefano Gizzi, oggi Soprintendente per i Beni Culturali dell’Umbria, sarebbe un problema per la regione, da rimuovere al più presto. E chi lo chiede? […]