Spread, l’oracolo del mercato. Come e perché siamo finiti tra le grinfie di quest’altro demiurgo economico

Spread, l’oracolo del mercato. Come e perché siamo finiti tra le grinfie di quest’altro demiurgo economico

(Danilo Stentella, 2018 © in L’Indro, 13.8.2018) Dopo le privatizzazioni degli anni 90 del XX secolo è arrivata quest’altra mostruosità, Spread. Pare quasi di sentire le nonne di una volta: “fai il bravo o chiamo lo spread cattivo”, una specie di oracolo di una divinità demoniaca sumera, il Mercato, il quale quando non gli è gradito un certo governo nazionale si infuria, e quando si infuria cresce, si innalza, e fa cadere i governi, e al loro posto pone i suoi più fedeli devoti. Ma come siamo finiti nelle mani di questo Ekkimu[10]?

CONSEGUENZE DELLA CRISI FINANZIARIA MONDIALE SULLA GOVERNACE AZIENDALE PUBBLICA E PRIVATA

CONSEGUENZE DELLA CRISI FINANZIARIA MONDIALE SULLA GOVERNACE AZIENDALE PUBBLICA E PRIVATA

La questione delle crisi finanziarie si evidenzia principalmente per la sua capacità di compromettere la funzionalità economica duratura delle aziende, profit e non profit, pubbliche e private. Quella che il mondo economico sta affrontando, nella fase apparentemente più acuta, dalla seconda metà del 2008, è la conseguenza di una serie di fattori, più approfonditamente analizzati nel corpo del presente studio, che illustri osservatori hanno individuato in una perversa finanziarizzazione dell’economia.

The Accounting System in the Public Sector

The Accounting System in the Public Sector

Abstract The introduction of Cost Accounting is in line with a process of administrative reforms related to the reform of the State Budget, whose need for transformation of the budget systems originated from a different setting of economic governance, of public finance and of the community commitments resulting from the Treaty of Maastricht. More specifically, the economic cost accounting for cost centers, introduced in Italy with the Legislative Decree 7 August 1997 n. 279, it is addressed to the detection, verification and monitoring of costs, performance and results of administration.

INSOSTENIBILE EUROPA.COME ESPLODERANNO SISTEMA BANCARIO E DEBITO PUBBLICO.

INSOSTENIBILE EUROPA.COME ESPLODERANNO SISTEMA BANCARIO E DEBITO PUBBLICO.

Danilo Stentella per L’Indro, 2017 © … le banche salvate dallo Stato dai fallimenti generati da una gestione finanziaria che negli anni 90 del XX secolo si chiamava creativa, e che oggi possiamo riconoscere come folle e corsara, per una riforma di un articolo di un regolamento europeo si troverebbero nella condizione di rompere quel patto banche Governo che ha garantito una forma seppure modesta di calmieramento dello spread, rischiando esse stesse ulteriori eclatanti fallimenti bancari.

Lo stato Italiano ha un debito di oltre 2000mld di euro con le banche; ma alle banche chi glieli ha dati questi soldi?

(Di Aldebrano Micheli) Da quando è stata abolita la Riserva,1971,(massa di denaro circolante conforme in valore alla riserva aurea, quindi proprietà delle Banche Nazionali), chi dà valore alla moneta non è chi la crea ma chi l’accetta che, conseguentemente, ne diventa il proprietario!!! Come in fisica l’elettricità nasce quando un rotore comincia a girare in uno statore, così il valore della moneta nasce non all’atto della sua creazione, ma a quello della sua immissione nel territorio; cioè quando inizia la fase dinamica della circolazione; il denaro è come il letame, è utile solo se sparso, tenuto in magazzino produce solo puzza; è l’accettazione che  crea   il valore del denaro e […]