Democrazia Cristiana e Socialismo

Democrazia Cristiana e Socialismo

L’articolo che tratta questo importante tema appare sul “Granellino” del 1 dicembre 1901 ed è firmato da “Demofilo”.Dietro questo pseudonimo è facile scorgere la penna di Rizzo anche se non se ne può avere l’assoluta certezza. Ci sentiamo di fare questa affermazione perché se guardiamo all’etimo della parola Demofilo, composta da “demos” che vuol dire popolo e da “filos” che vuol dire amico, ci rendiamo conto che questo appellativo ben si adegua a Giuseppe Rizzo, sempre sollecito e attento nei confronti del popolo da lui tanto amico. A questo punto è doverosa una precisazione sul termine “democrazia cristiana”.L’uso della parola che qui viene fatto risente certamente dell’interpretazione che ne era […]

Call for papers

Call for papers

www.centrostudimalfatti.org non è un sito commerciale e vive grazie al contributo volontario, gratuito e indipendente di numerose persone, alcune delle quali sono membri della nostra associazione. La pubblicazione di articoli non implica alcun compenso sia per l’Autore sia per il nostro sito, segue specifiche linee guida ed è soggetta ad alcune raccomandazioni. Nel ringraziare quindi per l’interesse dimostrato, vi invitiamo a leggere attentamente quanto segue. L’Autore che desidera pubblicare un proprio elaborato invia al nostro sito per posta elettronica all’indirizzo info@centrostudimalfatti.org la proposta di pubblicazione, da indicare nel campo oggetto.   Raccomandazioni per la proposta di pubblicazione: la proposta deve contenere Nome e Cognome dell’Autore (o degli Autori); titolo e […]

La Democrazia Cristiana nel 1951

La Democrazia Cristiana nel 1951

Dal partito del 18 aprile 1948 al “partito pesante” La Democrazia Cristiana nel 1951 di Agostino Giovagnoli(Da: https://www.insmli.it/pubblicazioni/1/giov_227.pdf) Dossettiani contro Pella Nel maggio 1950, dopo le dimissioni di Paolo Emilio Taviani da segretario del partito, favorita da Attilio Piccioni, si formò nella DC una Direzione di “concentrazione” sotto la guida di Guido Gonella, che cercò di superare la spaccatura, emersa al congresso di Venezia del 1949, tra Alcide De Gasperi e la maggioranza del partito, da una parte, e i dossettiani dall’altra1. Ma dal giugno 1950, la situazione fu soprattutto condizionata dalle conseguenze, sia sulla politica estera sia su quella interna, della guerra di Corea2. Malgrado alcune divergenze, per qualche mese […]