Perchè dire no alla riforma costituzionale

Perchè dire no alla riforma costituzionale

Perchè dire NO alla riforma costituzionale che divide l’Italia(Intervento di Tabacci alla Camera del 14 settembre 2004) BRUNO TABACCI. Signor Presidente, onorevoli colleghi, signor ministro, le riforme costituzionali rischiano di divenire il principale terreno di scontro politico tra maggioranza e opposizione. La Costituzione repubblicana, come è noto, rappresenta l’eccellente risultato di un confronto estremamente positivo e fecondo tra tre filoni culturali e politici sicuramente eterogenei, ma che hanno saputo dare vita ad un sistema coerente, in grado di garantire all’Italia oltre mezzo secolo di pace, di sviluppo e di prosperità.Oggi che le distanze, se non altro sotto il profilo ideologico, appaiono infinitamente più ridotte, il prevalere di un clima di […]

Berlusconi indietro

Berlusconi indietro

Tabacci a La Stampa (10/06/2005): Se Berlusconi fa un passo indietro nasce il nuovo centro con Casini e Rutelli ”Se il Presidente Berlusconi avra’ il coraggio di fare un passo indietro, a quel punto credo che tutto lo scenario politico italiano subirebbe una scossa tellurica, una parte del centrosinistra tornerebbe a ragionare sulle regole del gioco e potrebbe partire un processo politico significativo: la nascita di un Centro alternativo alla sinistra”. E’ l’ipotesi avanzata dal presidente della Commissione Attività Produttive della Camera Bruno Tabacci (UDC), intervistato dal quotidiano La STAMPA: ”Penso a leader come Casini, Rutelli, Follini, a personaggi come Pisanu, Scajola, Urso, La Malfa, Marini… Con Berlusconi, che avendo […]

UDEUR

UDEUR

Il partito è nato il 23 maggio del 1999 su iniziativa di Mastella, reduce dalla deludente esperienza dell’UDR, Unione Democratica per la Repubblica, il progetto politico ispirato da Francesco Cossiga per creare un’alternativa centrista nella politica italiana ma sfumato dopo appena un anno. Al nuovo UDEUR, in un primo momento, aderisce lo stesso Cossiga e, tra gli altri, Irene Pivetti, ex presidente della Camera, che ne diviene presidente. L’UDEUR debutta immediatamente con le elezioni europee del 13 giugno 1999, quando raccoglie mezzo milione di voti (1,6%) dimostrando però il suo radicamento e la sua forza elettorale soprattutto al sud e nelle isole (dove raggiunge punte di oltre il 6%). In […]

Attiilio Piccioni

Attiilio Piccioni

(Da: 30 Giorni nella Chiesa e nel mondo) Attilio Piccioni, uno degli uomini di maggior valore della Democrazia cristiana, merita di essere adeguatamente ricordato, ora che, non sempre con la dovuta obiettività, si sta ricostruendo la storia italiana del dopoguerra. Non lo sentii mai gloriarsi – e ne avrebbe avuto il diritto – del suo ruolo di segretario politico della Dc al momento della decisiva battaglia elettorale del 18 aprile 1948. Ripeteva la massima di don Sturzo secondo la quale i successi vanno accreditati alle idee e gli insuccessi addebitati alle persone.La sua storia ha inizio quando due insegnanti elementari si sposano a Poggio Bustone, la valle del Reatino detta […]

Adone Zoli

Adone Zoli

Di famiglia romagnola, Adone Zoli nasce a Cesena il 16 dicembre 1887, figlio di un esattore di imposte, studia a Bologna dove si laurea con una tesi su “Il contratto a favore di terzi“. Inizia a Genova la professione forense che esercita poi a Firenze. Dopo la prima guerra mondiale, nella quale è volontario e decorato al valore, si iscrive al Partito Popolare Italiano, con un’intensa attività sia in sede locale che nazionale. Nelle elezioni amministrative del 1920 è eletto consigliere comunale a Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze e collabora con i dirigenti della Federazione Nazionale Mezzadri e Piccoli Affittuari nelle lotte promosse dall’organizzazione, prima per la definizione […]