Urbanistica condivisa e smart cities. Il caso del Comune di Terni.

Urbanistica condivisa e smart cities. Il caso del Comune di Terni.

Il progetto della costruzione di una passerella sul fiume Nera, l’ennesima emblematica decisione presa nel palazzo, da uno spunto agli autori Simona Montesi e Lorenzo Piccinini per riflettere, da punti di vista diversi ma per certi versi complementari, su smart cities e partecipazione popolare alle decisioni che riguardano l’ambiente urbano.

10 anni del nostro centro studi – Convegno 18/3/2016

10 anni del nostro centro studi – Convegno 18/3/2016

Per celebrare insieme i 10 anni di attività del nostro centro studi venerdì 18 marzo, alle ore 16,00, ci troviamo a Terni, Cenacolo San Marco, V. Del Leone n. 12, per raccontare a chi ci segue le nostre principali attività e i risultati raggiunti, analizzare il nostro bilancio sociale (raffronteremo il nostro bilancio economico con quello di altre realtà similari operanti sul territorio), presentare alcuni inediti documentari da noi realizzati, riflettere sulle nostre attività future. Nell’occasione sarà consegnato un premio a due importantissime istituzioni operanti nel nostro paese, che si sono particolarmente distinte nella condivisione della nostra missione istituzionale.

Elia Giovanni Rossi Passavanti

Elia Giovanni Rossi Passavanti

(Generale Aldebrano Micheli, 2016) “L’anima a Dio, la vita alla Patria, il cuore alla mia donna e l’onore per me”, questo era il motto di una persone speciale, un uomo che io definisco come la quint’essenza del coraggio, della nobiltà d’animo, della generosità e dell’altruismo, mi riferisco all’ Ufficiale eroe di guerra (due medaglie d’oro al V.M.), Elia Giovanni Rossi Passavanti, cittadino Ternano.

LA PRIVATIZZAZIONE DI POSTE ITALIANE. SIAMO ALLE ULTIME BATTUTE DELLO SPERPERO DEL PATRIMONIO PUBBLICO?

LA PRIVATIZZAZIONE DI POSTE ITALIANE. SIAMO ALLE ULTIME BATTUTE DELLO SPERPERO DEL PATRIMONIO PUBBLICO?

Danilo Stentella (Pubblicato in https://www.lindro.it/privatizzazioni-poste-e-poi/) Le parole chiave della ennesima privatizzazione, quella di Poste Italiane, le ipotesi sottostanti, sono: raccolta di risorse finanziarie private finalizzate al rallentamento della crescita del debito pubblico e liberalizzazione del mercato. Appunto, rallentamento della crescita del debito, non riduzione dello stock, impresa impossibile con gli strumenti di politica economica al momento utilizzati dai governi italiani.