Presentazione del volume “Paraboloidi. Un patrimonio dimenticato dell’architettura moderna”

Presentazione del volume “Paraboloidi. Un patrimonio dimenticato dell’architettura moderna”

L’evento pone in evidenza il ruolo di alcune particolari architetture industriali presenti su gran parte del territorio nazionale, che hanno avuto un particolare ruolo funzionale nello sviluppo agricolo e industriale dei comprensori. Questo patrimonio costituisce una caratteristica tipicamente italiana, legata al grande sviluppo dell’industria chimica, le cui necessità logistiche furono soddisfatte dalle tipologie costruttive concepite da Pier Luigi Nervi. Tra i novantuno paraboloidi costruiti nella penisola ricordiamo in particolare quelli di Assisi, recentemente recuperati con un pregevole restauro conservativo e quello imponente della Società a Terni edificato a Nera Montoro tra il 1929 e il 1935, utilizzato per molti decenni come magazzino per il solfato di ammonio. Questi manufatti, se […]

Consiglio di Stato su manifestazione di interesse culturale di un bene. Il caso della Telfer di Terni.

Consiglio di Stato su manifestazione di interesse culturale di un bene. Il caso della Telfer di Terni.

Il caso emblematico della passerella Telfer dell’ex elettrochimico di Papigno, che il Comune di Terni, proprietatrio dell’area, intende distruggere adducendo la pericolosità del manufatto, che pericoloso lo è probabilmente diventato per mancanza di manutenzione da parte del legittimo proprietario, oltre ad essere oggetto di un gradito giudizio di riesame da parte del nuovo Soprintendente regionale dell’Umbria, l’Architetto Gizzi, è per analogia l’argomento della sentenza del Consiglio di Stato n. 1779/2015 “Beni Culturali.Lo stato di parziale distruzione o di cattiva manutenzione o conservazione di un bene non osta alla dichiarazione d’interesse ex art. 10 d.lgs., n. 42 del 2004“. Di seguito riportiamo il testo integrale della sentenza.

UE: errore o truffa?

UE: errore o truffa?

(di Danilo Stentella, 2015 ©) Poteva essere una Arcadia, la realizzazione del sogno dei padri della democrazia europea, il coronamento di un cammino lento e faticoso che era iniziato nella Grecia di Solone, di Clistene, Pericle Efialte e altri, che aveva avuto dei segnali interessanti nella regalità assembleare mesopotamica, nel III millennio a. C. (T. Jacobsen, 1943), fino al demos della città di Chio, nel VII secolo (F. Battaglia, 1931). Quel processo democratico, nel quale si inserì l’intelligenza di tanti altri pensatori, come Bodin, Hobbes, Locke, Vico, Montesquieu, Kant, Hegel, ebbe come oggetto la gestione del potere di autogoverno da parte del popolo sovrano, ma sembra miseramente degradato nella plutocrazia, […]

Carmine Forcella. La Resistenza di un carabiniere a una grande ingiustizia.

Carmine Forcella. La Resistenza di un carabiniere a una grande ingiustizia.

Un esempio contemporaneo di resistenza, all’ingiustizia, al sopruso, alla scorrettezza, alla prevaricazione di certi superiori. E’ un racconto un po’ lungo, apparentemente anacronistico, ma straordinariamente attuale, di una vicenda di coraggio e rispetto, per il proprio lavoro di uomo dell’Arma, di padre e marito. Un esempio per la nostra generazione, che può ispirare anche a rialzare la testa dal giogo pesante sotto il quale ci ha messo la storia contemporanea e una classe dirigente del tutto inadeguata, se non collusa con interessi che non sono quelli del popolo italiano. (Danilo Stentella, C. a. 103° Corso) Carmine Forcella, è nato nelle campagne di Atri (TE) il 6 dicembre 1946 e lì […]

Umru – Umbri

Umru – Umbri

Di Maria Teresa Scozza Il famoso archeologo tedesco Theodor Mommsen richiamandosi agli Umbri affermò: “La memoria di questo popolo giunge a noi come il suono delle campane di una città sprofondata nel mare”, probabilmente avendo notato che gli Umbri, pur essendo l’etnia più antica d’Italia, tuttavia non hanno storia. Nei libri dopo poche pagine e qualche volta poche righe, essi non vengono più menzionati e si parla di loro come Aborigeni, Indigeni, Villanoviani, Italici… mentre i Latini restano Latini, i Sabini Sabini, i Piceni Piceni, ecc. Elia Rossi Passavanti (Interamna Nahars, Storia di Terni dalle origini al Medioevo, Roma, 1932, pp. 24-29), cita numerose testimonianze di scrittori greci e latini […]